STORIA

Il 5 Novembre del 1999 nasce l'associazione sportiva “Unihockey Club Varese Wild Boars”.

I soci fondatori della società sono: Gramegna Roberto, Lungarella Elisa, Minervino Raimondo, Muzi Laura, Panighini Edoardo, Paronelli Massimo, Springhetti Irene, Roccasalvo Paolo e Reggiori Davide alla carica di Presidente.

I “Wild Boars” sono la prima società a praticare questo sport in Italia, i primi a conquistare il tricolore e a giocare su campi internazionali.

In origine sono solo un gruppo di amici che giocano con dei bastoni per divertimento. Le regole del gioco del floorball sono a loro sconosciute.

Tutto cambia quando in un torneo a Lugano presentandosi come “Mucchio Selvaggio” incontrano squadre ticinesi che mostrano loro il vero gioco e le corrette regole.

Il 1998 è l’anno della svolta con la prima partita ufficiale di Floorball a livello nazionale contro i veneziani di Dolo giocata nella palestra di Leggiuno (Varese). Il floorball, pur rimanendo un divertimento per pochi “intimi”, inizia però a crescere e a svilupparsi in Italia e l’anno successivo a Bologna si disputa un quadrangolare con le squadre di Dolo, l’Aquila, Milano e, naturalmente, i “Wild Boars” che ne escono vincitori.

Grazie all'arrivo di due giocatori provenienti dalla Svezia e dalla Finlandia, nazioni in cui il floorball è sport praticato a livello nazionale, la squadra acquisisce nuove visioni e tattiche di gioco.

Infatti la stagione agonistica 2000-2001 incorona la squadra varesina Campione d’Italia.

I primi anni vedono i “Wild Boars” allenati da Raimondo Minervino, in seguito, con la crescita della società sportiva, subentrano gli allenatori Fabrizio Ceccuto, Marzio Bertuzzi e Marco Ossola che seguono le squadre agonistiche per il campionato italiano campo grande, campo piccolo, under 19 e under 14 e si occupano della formazione e crescita degli atleti.

Con il passare del tempo la società si struttura sempre meglio per far fronte all'innalzamento del livello tecnico e agonistico del Floorball, permettendo di essere sempre punto di riferimento per il movimento italiano in termini organizzativi e sportivi fornendo numerosi atleti alla nazionale.

Nel 2012 la società acquisisce uno sponsor principale “Elettrotec Automazione” e nel 2013 Laura Fuser succede a Edoardo Panighini alla carica di presidente.

La stagione 2015-16 vede i “Wild Boars” vincitori della Coppa Italia Under 19 e il Campionato Lombardo Under 14 e un 4º posto nel Campionato Italiano campo piccolo.